STEP BY STEP...

 

LA PROGRESSIVA COSTRUZIONE DI UN'IMPRESA di AGRICOLTURA SOCIALE

AGRICURA: L'AGRICOLTURA CHE FA BENE


Trasformare la clinica in società

Si parla spesso, a proposito del disagio mentale e delle tossicomanie, del loro “trattamento aspecifico”, cioè di un intervento di cura che può essere talmente ampio da non essere caratterizzato da una terapia ben definibile e individuabile. Questa cura tende quindi a coincidere con il cambiamento dello stile di vita e del significato progettuale della esistenza personale.
Il vuoto della vita può essere affrontato con il pieno della quotidianità, il deserto relazionale può essere animato attraverso intense simbologie di appartenenza, la caduta sociale della speranza può essere contrastata dalla passione per l’azione sociale, culturale, spirituale. In questi percorsi si propongono le esperienze fondanti del vivere e si ricostruisce innanzitutto l’umano (che è l’opera a più grande).
La sinergia dell’intervento clinico, della pratica educativa e della qualità umana dello stile di vita consiste dimostra l’efficacia del lavoro di cura: l’assunzione etica del desiderio che diventa capace di realizzazioni creative.
I luoghi di accoglienza e di cura del dolore mentale possono così diventare laboratori sociali, avamposti della ricerca di nuovi percorsi di civiltà e di salute collettiva, e dunque politica, fondati sulle relazioni, sugli affetti, sulla condivisione di ciò che non ha prezzo e che non può essere oggetto di consumo.
A volte siamo portati a proiettare nei più fragili e vulnerabili i fantasmi delle inquietudini sociali e vogliamo ad ogni costo trovare sintomi di disagio e di patologia, fino a immaginare il mondo trasformato in un'immensa clinica dove a ogni difficoltà e problema sono pronte terapie e farmaci. Questa grande clinica non è necessaria. Esistono certo anche sofferenze cliniche ma la soluzione da ricercare sta altrove, nell'operazione inversa: trasformare la clinica in società, dove non esistono solo obiettivi individuali ma anche collettivi e dove il benessere si chiama qualità della vita.
Anche l’agricoltura sociale può partecipare a questo nuovo laboratorio della salute.




COMMENTI - CONTRIBUTI





IL MIO COMMENTO - CONTRIBUTO:

 






 

ASG - Via Nizza 239, 10126 TORINO
C.F. 97528100015 - IBAN IT 70F0335901600100000135066 - Tel 3290982366
©2018 - All right reserved